Nervo sciatico Infiammato

HomePatologieNervo sciatico Infiammato

Sciatalgia, vediamo quali sono le cause e gli esercizi da fare in caso di infiammazione al nervo sciatico

Nervo sciatico Infiammato

Anatomia del Nervo Sciatico

All’interno del corpo umano ci sono numerosi nervi, tra questi il nervo sciatico risulta essere il più grande e più lungo. Esattamente come tutti gli altri nervi, nasce dal midollo spinale dalla fusione delle diramazioni in uscita dalle ultime due vertebre lombari (L4+L5) e le prime sacrali (S1-S2-S3).

Il nervo sciatico presenta due diramazioni, destra e sinistra. Come un cavo elettrico esce dalle vertebre, attraversa il gluteo, passa sotto il tanto famoso muscolo piriforme (motivo per cui si parla di sindrome del piriforme), scende lungo la coscia e la gamba .

Passando dietro al ginocchio si suddivide in due: il nervo tibiale e il nervo peroneo (o fibularecomune e da li decorre fino al piede.

La funzione del nervo sciatico è duplice, la parte motoria ha il compito di gestire il movimento degli arti inferori (coscia/gamba/piede). La parte sensoriale invece ha il compito di “raccogliere” le informazioni tattili in arrivo dalla periferia (pressione, calore, vibrazione,ecc…)

Parliamo di sciatica o sciatalgia quando il nervo risulta irritato. Chi ne soffre può riferire una sensazione di bruciore, formicolio, torpore, cosi come notare un calo nella forza o difficoltà nel compiere un movimento/reclutare un muscolo.

Questa sensazione poco piacevole può riguardare la schiena, la regione glutea, la coscia, la gamba o il piede.

Molto spesso colpisce in maniera abbastanza invalidante, limitando le possibilità di movimento.

In Obiettivo Salute possiamo adottare diverse tecniche con obiettivi differenti e complementari per risolvere la sciatalgia. Alcune soluzioni sono più “passive” come nel caso della Fisioterapia, del Massaggio Medicale e del Riequilibrio posturale con Pancafit.

Appena la situazione migliora, nella nostra Area Movimento verranno insegnati esercizi di:

Cos’è il Nervo Sciatico?

Breve ripasso di cosa sono i Nervi

Prima di entrare nel dettaglio, cerchiamo di rivedere cos’è un nervo e qual’è la sua funzione. Il nervo è la struttura deputata alla trasmissione di informazioni necessarie per reclutare la muscolatura, comunicare al cervello informazioni sensitive e controllare le risposte conseguenti.


Esistono 3 macro categorie di nervi:

  • Efferenti (o nervi motori), hanno il compito di trasmettere “in uscita” ossia dal sistema nervoso centrale (dal cervello) verso tutti i muscoli, permettendo il movimento.
  • Afferenti (o nervi sensitivi), viaggiano al contrario rispetto ai nervi sopracitati, questi hanno il compito di trasmettere al sistema nervoso centrale (la centralina di comando) le informazioni che arrivano dai vari sensori dispersi sul corpo.
  • Misti, hanno un ruolo ibrido, possono trasmettere in entrambe le direzioni, sia in uscita che in entrata.

Funzione del nervo Sciatico

In base a quanto abbiamo appena rivisto, il nervo sciatico è un nervo misto.

Questo significa che avrà duplice funzione, motoria e sensitiva. Avrà quindi il compito di gestire sia muscoli che cute.

NERVO SCIATICO | FUNZIONE MOTORIA

A livello di regione glutea, non sono presenti muscoli direttamente innervati dal nervo sciatico. Dobbiamo infatti scendere fino alla coscia per trovare muscoli direttamente innervati:

Passata la coscia, il nervo sciatico si dirama in nervo tibiale e nervo peroneo comune. Le zone di pertinenza di questi nervi saranno:

Tibiale (e sue ramificazioni)

Gestirà la parte posteriore della gamba e parte della muscolatura del piede:

  • parte mediale e laterale del gastrocnemio, soleo, plantare e popliteo.
  • muscolatura intrinseca del piede grazie ai nervi plantari mediale e laterale (flessore lungo delle dita, flessore lungo dell’alluce, abduttore dell’alluce, flessore breve delle dita, flessore breve dell’alluce, lombricali, quadrato plantare, flessore del quinto dito, adduttore dell’alluce, tutti gli interossei plantari e adduttore del quinto dito).

Peroneo (e sue ramificazioni)

Gestirà grazie alla sua diramazione in nervo peroneo superficiale e profondo, la muscolatura anteriore e laterale della gamba e il resto dei muscoli intrinseci del piede:

  • A livello della gamba: peroneo lungo, peroneo breve, peroneo terzo e tibiale anteriore
  • Nel piede invece gestirà l’estensore lungo e breve dell’alluce, estensore lungo e breve delle dita e tutti gli interossei dorsali).

NERVO SCIATICO | FUNZIONE SENSITIVA

A livello periferico abbiamo dei “sensori” che hanno lo scopo di raccogliere informazioni come per esempio la variazione di temperatura o stimoli dolorosi e trasmetterli al midollo spinale (successivamente al cervello) per rielaborarli.

Nel caso del nervo sciatico, questo avviene tramite le sue diramazioni principali:

Nervo Tibiale

Responsabile della parte posteriore e laterale della gamba (quindi da sotto l’incavo del ginocchio, fino al piede escluso) e tutta la superficie plantare del piede (stando in piedi, la parte rivolta verso il suolo) grazie ai nervi plantare mediale e laterale.

Nervo Peroneo Comune

Responsabile grazie alla sua diramazione superficiale della parte anteriore e laterale della gamba e la superficie dorsale del piede (cioè stando in piedi, la parte di piedi che riesci a vedere).

Grazie alla parte di nervo peroneo profondo, permetterà la percezione della parte superiore del piede compresa tra primo e secondo dito.

Nervo Surale

Nato dalla fusione di alcuni rami del nervo tibiale e del nervo peroneo comune, innerva la parte cutanea posteriore e laterale della gamba e la parte laterale di piedecalcagno e caviglia.

Infiammazione

Cos’è la sciatalgia? (Infiammazione del Nervo Sciatico)

Quando un soggetto lamenta dolore lungo il decorso del nervo sciatico, possiamo parlare di sciatalgia o sciatica.

A livello statistico, è più frequente soffrire di infiammazione del nervo sciatico attorno dalla 4° e 5° decade in avanti, e con maggior frequenza viene coinvolto il sesso maschile.

DOLORE DA SCIATALGIA, LE DIVERSE SENSAZIONI

La sciatalgia si può manifestare in diversi modi, generalmente è associata ad un dolore alla schiena, nella zona lombare, che viene percepita come rigida/bloccata.

Alcune manifestazioni possono coinvolgere sia la sfera motoria che quella sensitiva.

A livello sensitivo, oltre al dolore lombare potremmo avvertire un dolore localizzato al centro del gluteo ma anche un dolore riferito alla coscia, tendenzialmente avvertito come scossa sulla parte più esterna.

In alcuni casi il dolore potrebbe scendere fino al piede.

A livello motorio/muscolare invece, potrebbe capitare quella che nel settore viene definita Funzione lesa, che in questo caso significa l’impossibilità di appoggiare il piede al suolo, con conseguente zoppia.

Se sfortunatamente la problematica al nervo interessa ulteriori rami potremmo manifestare problematiche a livello uro-genitale, come mancanza di controllo dello sfintere anale e viscerale, che possono portare ad incontinenza o disfunzioni nella sfera sessuale.

Cause di infiammazione del nervo sciatico

Per semplificare al massimo, potremmo dire che nella maggior parte dei casi, l’infiammazione deriva dalla compressione del nervo sciatico o dei nervi spinali che convergono nella sua creazione.

Quindi o viene compresso direttamente il nervo sciatico lungo il suo decorso (come nel caso della compressione del piriforme), o un nervo spinale (L4, L5, S1, S2 o S3).

A livello dei nervi spinali, la causa più frequente è quella di una protrusione o di un ernia al disco. In alcuni casi possiamo trovare altre alterazioni delle articolazioni o delle vertebre, ma anche a caratteristiche anatomiche soggettive come ad esempio:

Fattori predisponenti all’infiammazione del nervo sciatico

Uno dei fattori più diffusi sul sesso femminile è la gravidanza, che causa un sovraccarico muscolare e articolare a livello lombare.

Per entrambi i sessi i fattori predisponenti sono:

  • L’età, per via della degenerazione fisiologica delle vertebre e dei dischi intervertebrali.
  • Posture lavorative errate o traumi ripetuti, proprio per sollecitazione della zona lombare.
  • Sovrappeso/ Obesità;
  • Sedentarietà;
  • Artrite;
  • Interventi di protesi all’anca.

Cura: Come sconfiggere l’infiammazione al Nervo Sciatico

In base alla gravità della manifestazione, possiamo ridurre l’infiammazione del nervo sciatico con alcuni provvedimenti:

  • Se la sintomatologia è lieve ed è successiva ad un sovraccarico ben identificato o se siamo consapevoli delle cause che hanno portato alla sua manifestazione, uno dei provvedimenti più semplici è stare a riposo nell’immediato. Non appena la situazione migliora, è opportuno intervenire per evitare di ripetere il sovraccarico.
  • Per sintomatologie importanti che non migliorano con il riposo, il consiglio è quello di rivolgersi al proprio Medico o al proprio terapista (Fisioterapista, Massaggiatore Medicale) per valutare trattamenti terapeutici.
  • In casi più importanti potrebbe essere necessario ricorrere all’intervento chirurgico, ma non temere, è veramente una scelta sempre più rara.

Esercizi in caso di nervo sciatico infiammato

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente in questo momento hai un solo grande obiettivo: ridurre la tua sciatalgia!

Tuttavia ti consigliamo di non farti prendere dalla fretta, leggi anche il resto dell’articolo per saperne di più.

Gli esercizi che ti proponiamo qui di seguito sono validi se non hai problematiche vertebrali particolari, l’ideale sarebbe praticarli se la tua sintomatologia è riconducibile ad un sovraccarico recente.

Ad esempio: Ieri ho zappato tutto il giorno e oggi ho un dolore lombare e la sciatica.

Se hai il dubbio, chiedici un parere o parlane con il tuo terapista di riferimento (Fisioterapista, Massaggiatore Medico)

Automassaggio lombare

Esercizio potentissimo, permette di dare sollievo al tuo nervo sciatico infiammato, lavorando sulle tensioni a livello lombare.

  • Sdraiati pancia in sù;
  • Piega le ginocchia ed appoggia i piedi al suolo a circa 30cm dal sedere;
  • Spingendo con i piedi verso il suolo, solleva il sedere;
  • Posiziona una pallina da automassaggio a livello lombare, stando ad almeno 5cm dal centro della colonna;
  • Lentamente torna con la schiena verso il pavimento, in maniera da disperdere il tuo peso sulla pallina;
  • Se 0= assenza di dolore e 10=dolore insopportabile, non andare oltre una percezione pari a 6.
  • Il dolore dovrebbe lentamente calare, quando scende al di sotto di una percezione 4, prova a spostare leggermente la pallina.
  • Dedica almeno 5 minuti al trattamento della zona e praticalo anche sull’altro lato.
  • Nella foto potrai vedere una variante più complessa e più “aggressiva” provala solo dopo che il dolore è regredito e solo quando ti sentirai sicuro nell’eseguire la versione qui proposta.

Massaggio con pallina al gluteo

Esercizio molto utile quando il nervo sciatico è infiammato per via di una contrattura o compressione del piriforme.

  • Siediti a terra;
  • Solleva il sedere e posizione la pallina sotto al gluteo dolente;
  • Cerca con la pallina punti dolenti/fastidiosi all’interno della muscolatura del tuo gluteo;
  • Se 0= assenza di dolore e 10=dolore insopportabile, non andare oltre una percezione pari a 6.
    Il dolore dovrebbe lentamente calare, quando scende al di sotto di una percezione 4, prova a spostare leggermente la pallina.
    Dedica almeno 5 minuti al trattamento della zona e praticalo anche sull’altro lato.

Stretching lombare e del gluteo

Esercizio per stretching lombare in caso di sciatalgia

Esercizio per la zona lombare in caso di sciatalgia, da svolgere dopo l’automassaggio.

  • Siediti a terra;
  • Se non riesci a stendere le ginocchia (come in foto), tienile pure incrociate o come sei più comodo, l’importante è che tu ti senta stabile e sicuro;
  • Inclina leggermente il tronco come se volessi adagiarti su di una coscia;
  • Espirando lascia cadere lentamente il tronco sempre di più.
  • Trascorsi 3-5 respiri, torna alla posizione di partenza, eventualmente aiutandoti con le braccia per non stressare di colpa la tua schiena.
  • Esegui lo stesso lavoro dall’altro lato;
  • Se tutto va bene, ripeti l’esercizio aumentando il numero di respiri (5-10).
Esercizio di stretching per il gluteo in caso di sciatica

Esercizio per il gluteo, in caso di sciatica.

  • Sdraiati pancia in su;
  • Piega le ginocchia e avvicina i piedi a 30cm dal sedere;
  • Posizione l’esterno della caviglia su ginocchio (vedi foto);
  • Mantieni la posizione per circa 30secondi;
  • Se riesci solleva il piede rimasto a terra e abbraccia il ginocchio relativo. (vedi foto);
  • Mantieni la posizione per almeno 30secondi;
  • Ripeti su entrambi i lati.

Riequilibrio posturale Mézières

Per “resettare” la tua postura, puoi fare un esercizio base del metodo Mézières, dopo aver svolto l’automassaggio e lo stretching.

Se l’automassaggio è troppo doloroso, potresti provare direttamente questo esercizio.

  • Sdraiati a pancia in su;
  • Avvicina il tuo sedere alla parete e stendi gli arti inferiori (vedi foto);
  • Un aspetto fondamentale è quello di mantenere il sacro perfettamente adeso al suolo. Se non riesci, allontana il tuo sedere dalla parete.
  • Butta in fuori le braccia e gira il palmo verso il suolo;
  • Durante l’espirazione (quando butti fuori),porta il dorso del piede verso di te;
  • Inizialmente mantieni la posizione per almeno 10/15 minuti;
  • Concentrati sulla percezione della tua colonna, cerca di rendere il più possibile simmetrico l’appoggio al suolo.
  • Quando avrai preso confidenza con l’esercizio, puoi aumentare l’esecuzione fino a 45/60 minuti, vedrai che potrai avere sensazioni curiose o dolori “diversi” durante l’esecuzione e nei giorni successivi.

Contatti

Obiettivo Salute
6830 Chiasso - CH
Viale Alessandro Volta, 16
T (+41) 78 975 30 85
E info[@]obiettivosalute.ch
Mappa di Google
Sabato e Domenica Chiuso

Richieste

Caratteri disponibili: 200